INCENTIVI FISCALI 2018-10-25T10:41:02+00:00

Gli incentivi per la riqualificazione energetica

Il Decreto Ministeriale 16-02-2016 “Conto Termico 2.0” e le incentivazioni di detrazione IRPEF 50% e 65% consentono ai Soggetti Privati (persone fisiche o aziende) di recuperare buona parte della spesa sostenuta per interventi di riqualificazione energetica su immobili esistenti (es. sostituzione infissi, nuovi impianti termici, caldaia a condensazione, sistemi a pompa di calore, sostituzione, integrazione o nuova installazione di generatori a biomassa, pannelli solari, ed altri) mediante un rimborso. Anche in questo caso, Per fruire della detrazione è necessario che le spese detraibili siano pagate tramite bonifico “parlante” bancario o postale, da cui risultino la causale del versamento con riferimento di n° e data fattura, il codice fiscale del soggetto che paga e il codice fiscale/ partita Iva del beneficiario del pagamento (ditta che esegue i lavori).

Agevolazioni fiscali 65%

Per i lavori di riqualificazione e risparmio energetico si può fruire delle detrazioni o agevolazioni fiscali del 65%; è necessario trasmettere all’Enea (Ente Nazionale Efficienza Energetica) – entro 90 giorni dalla fine dei lavori – la copia dell’attestato di certificazione o di qualificazione energetica.
Ape Lazio si occupa di compilare e trasmettere la copia dell’Attestato di certificazione o di qualificazione e la scheda informativa relativa agli interventi realizzati, secondo quanto previsto dallo schema del decreto legislativo.
I beneficiari di tali detrazioni sono tutti i contribuenti, persone fisiche, professionisti, società ed imprese che sostengono spese per l’esecuzione degli interventi su edifici esistenti, su loro parti o unità immobiliari di qualsiasi categoria catastale.
Le detrazioni vengono riconosciute se le spese sono state sostenute per i seguenti interventi:
• riduzione del fabbisogno energetico per il riscaldamento dell’intero edificio;
• miglioramento delle prestazioni termiche dell’involucro dell’edificio (attraverso la coibentazione di solai, pareti o parti di essi o l’istallazione di schermature solari;
• istallazione di pannelli solari;
• sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale.

Detrazione 50% IRPEF

Gli interventi di recupero del patrimonio edilizio beneficiano di importanti agevolazioni fiscali, sia quando si effettuano sulle singole unità abitative sia quando riguardano lavori su parti comuni di edifici condominiali
La legge di bilancio 2018 (legge n. 205 del 27 dicembre 2017) ha rinviato al 31 dicembre 2018 la possibilità di usufruire della maggiore detrazione Irpef 50% e del limite massimo di spesa di 96.000 euro per ciascuna unità immobiliare, anche per la sola sostituzione di qualsiasi tipologia di caldaia, scaldabagno a gas o climatizzatore.
Per fruire della detrazione è necessario che le spese detraibili siano pagate tramite bonifico bancario o postale, da cui risultino la causale del versamento con riferimento di n° e data fattura, il codice fiscale del soggetto che paga e il codice fiscale/ partita Iva del beneficiario del pagamento (ditta che esegue i lavori).
A fronte di tale lavoro si applica l’aliquota ridotta al 10% (persone fisiche) per l’intera manodopera e per la caldaia (classificato bene significativo dal DM del 29/12/1999) soltanto fino concorrenza della differenza tra il valore complessivo della prestazione e quello del bene significativo

DOCUMENTAZIONE UTILE

DOCUMENTAZIONE UTILE

Scarica la Brochure Dedicata

Sulla Gazzetta Ufficiale n.302 del 29.12.2017 è stata pubblicata legge di Bilancio 2018 (Legge 27.12.2017 n.205) che integra e in parte modifica le condizioni di accesso ai benefici fiscali per l’efficienza energetica degli edifici, in relazione alle spese sostenute dal 1° gennaio al 31 dicembre 2018.

Clicca e visiona la tabella che sintetizza gli interventi incentivabili e le aliquote che scaturiscono dalla nuova legge:

Clicca per saperne di più
Clicca per saperne di più

CONTATTACI PER AVERE MAGGIORI INFORMAZIONI